Grande successo per la Festa della Bandiera, rievocazione storica a Morano Calabro

“Vivat sub umbra. Morano Calabro chiude con successo la sua Festa della Bandiera.”

 

Foto di TuEm Photographer

 

 

Echi di antiche battaglie, rulli di tamburo ed armature. Tutto questo è stata la XVII Festa della Bandiera, rievocazione storica da quest’anno tra le più importanti d’Europa che ha letteralmente incantato visitatori e turisti.

Successo strepitoso per la XVII edizione della Festa della Bandiera, rievocazione storica che celebra la battaglia contro i mori, invasori sconfitti.

Una tre giorni, dal 17 al 19 maggio, ricca di storia e leggenda ma soprattutto di visitatori e turisti provenienti da tutta Italia per assistere ad un evento che rientra tra le rievocazioni storiche più importanti d’Europa, riconoscimento giunto quest’anno dal CERS (consorzio europeo rievocazioni storiche).

Circa 100 figuranti, tra quelli del corteo storico, composto da nobili, popolani, ed i musici “Arma Murani”, e gli imponenti Trombonieri Archibugieri “Senatore” di Cava de’ Tirreni, vera guest star dell’edizione 2019 dell’evento, che hanno portato il loro spettacolo “Fuoco, colore e movimento” per la prima volta in Calabria proprio in occasione della Festa della Bandiera.

Magiche, poi, le atmosfere antiche che si respiravano per le suggestive stradine del centro storico, nelle quali si sono riversati oltre 20 artisti di strada con i propri spettacoli di magia, giocoleria ed illusionismo, contestualmente al II Festival del Teatro di Strada.

Un borgo, quello di Morano Calabro, tra i più belli d’Italia che ha impreziosito la sua Festa con la mostra di gioielli del maestro orafo Michele Affidato, le cui creazioni – della collezione privata – hanno vestito le dame del corteo e sono state esposte presso le stanze dell’antico Palazzo De Cardona.

Un’edizione numero 17 dai grandi numeri, non solo in termini di visitatori ma anche di qualità dell’evento – che conferma la vincente sinergia tra l’amministrazione comunale, la Pro Loco locale e l’Associazione “Cultour Morano” che ne ha curato la direzione artistica – in grado di aver reso indimenticabile, quest’anno più che mai, una manifestazione suggestiva ed intensa, conosciuta in tutta Italia.

 

I commenti sono chiusi.