Il monito di un imprenditore vittima di usura: “Meglio la disoccupazione che gli strozzini”

“E’ inutile pensare di salvarsi con i soldi degli usurai. Si getta denaro e si aggravano le sofferenze”

 

 

“Un’esperienza di vita negativa da cui trarre insegnamento. Descrive così il suo incubo un imprenditore cosentino vittima di usura. “Alla fine degli anni Novanta – racconta senza reticenze un ultracinquantenne reduce da turbolente vicende economiche – mi sono ritrovato ad avere seri problemi finanziari. Alcuni clienti non pagavano e per far fronte alle scadenze con i fornitori mi sono dovuto rivolgere a due noti pregiudicati. “

Fonte ed articolo completo qui: QuiCosenza.it

 

I commenti sono chiusi.