Il papà eroe morto in ospedale dopo aver salvato i figli

0

Gianfranco Fumarola, 43enne pugliese, era un agente di polizia penitenziaria. La moglie, un’insegnante calabrese, assieme al figlioletto di 4 anni aveva deciso di non partecipare all’escursione nel Raganello

 

 

“Era in escursione nel Raganello con i figli di 11 e 12 anni, che si sono salvati probabilmente grazie al loro papà, Gianfranco Fumarola, il 43enne residente a Cisternino (Brindisi) morto nella piena del torrente in Calabria.
«L’ipotesi è che l’uomo, come farebbe ogni padre, prima di essere trascinato dall’ondata di piena abbia salvato i due figli che sarebbero stati trovati dai soccorritori attaccati a dei rami o a delle rocce», spiega il sindaco di Cisternino Luca Convertini.”

Fonte ed articolo completo qui: Corriere della Calabria

 

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.