In carcere i due uomini che hanno picchiato Gennarino Acri

La Dda di Catanzaro firma un decreto di fermo ai danni dei Solferino. Ecco le accuse contestate a zio e nipote

 

 

 

“Associazione mafiosa, lesioni aggravate, incendio doloso e violenza privata. Sono le accuse contestate stamane dalla Dda di Catanzaro a Gaetano Solferino, 22 anni, e il suo omonimo di 42 anni.

Secondo le indagini d avrebbero agito per vendetta, dopo la decisione dell’ex super boss di aiutare i magistrati coordinati dal procuratore capo Nicola Gratteri, nella lotta alla ‘Ndrangheta nel territorio della Sibaritide.”

 

 

Fonte e articolo completo: Cosenza Channel