Insultata e schiaffeggiata su via Panebianco per aver difeso l’amico africano

Insolita escalation di razzismo nella città dell’accoglienza. La diciottenne era intervenuta durante il pestaggio di un migrante

 

 

“La diciottenne stava andando al lavoro quando ha visto che due uomini, di circa 25 anni, stavano colpendo con calci e pugni un suo amico. Si tratta di un migrante che è solito chiedere l’elemosina in quella zona con il quale la giovane, che vive nel quartiere, ha negli anni instaurato un rapporto cordiale e di rispetto reciproco.”

Fonte ed articolo completo qui: QuiCosenza.it

 

I commenti sono chiusi.