Lettere 2.0: “Aggrediti da un Pitbull a Cosenza, il proprietario si è dato alla fuga”

Riceviamo le parole della nostra lettrice Carmen:

 

 

Nel tardo pomeriggio di ieri si è verificato un episodio davvero molto grave. Non so quale angelo custode ci abbia protetto…

Stavamo passeggiando per andare sul corso con il mio cagnolino (un piccolo chihuahua), quando improvvisamente, in una traversa di corso Mazzini, un enorme Pitbull, ci ha visti e si è scaraventato contro di noi con una violenza incredibile, cercando di aggredire il mio cane.

Ho cercato di proteggerlo ed è svenuto per la paura e io sono caduta più volte a terra insieme a mia madre, causandoci diversi lividi su tutto il corpo.

La fretta di salvare il mio cagnolino che pensavo fosse in fin di vita e che grazie a Dio ora sta bene, ci ha impedito di individuare il proprietario del Pitbull e denunciarlo.

Ho ancora negli occhi questa scena terribile e la cosa più grave è stata che il proprietario del cane che stava serenamente facendo l’aperitivo, anziché correre per aiutarci e prendere il suo cane, è scappato via vigliaccamente.

Mi è stato riferito che una ragazza, forse il nostro angelo custode, a un certo punto è venuta in soccorso ed è riuscita a fermare il cane altrimenti forse non saremmo neanche qua a raccontarlo.

Con questo voglio dire che chi ha un cane del genere dovrebbe intanto provvedere a mettere una museruola e poi prestare attenzione nel tenerlo legato in maniera sicura.

Non è la prima volta che vedo un cane del genere camminare liberamente senza museruola in presenza di tanta gente su Corso Mazzini. Poteva succedere a chiunque, anche ad un bambino.

Vorrei invitare la pubblica amministrazione ad effettuare controlli in merito, per la sicurezza di tutti e sanzionare rigorosamente tutte le persone come questo elemento che costituiscono un pericolo per i cittadini.

(Carmen M.)