Lettere 2.0: “Oggi festeggio un nuovo anno di vita…. grazie a lei”

Riceviamo dalla nostra lettrice Mirella…con preghiera di pubblicazione:

 

 

Carissimo Dott. Di Dio,

è passato un anno da quel giorno bruttissimo.

Un anno di paure, controlli, domande e lacrime. Ricordo ogni istante: accettare e superare è stata dura e lo è ancora tutt’ora ma grazie a Lei che ha sempre avuto per me in questo lungo percorso la pazienza, l’onestà e la professionalità le quali la distinguono e han fatto si vhe mi affidassi completamente alle sue mani, oggi sono viva.

Perché Lei non è solo il medico che da le cure e con le mani salva le persone, Lei ha una marcia in più. Si prende cura di chi le sta di fronte come se fosse se stesso.

Se il 13 luglio 2018 non fosse andata come lei aveva deciso che doveva andare… oggi non sarei stata qui a ringraziare il suo eccellente operato.

Tante ore d’intervento, un brutto mostro, una profonda ferita!

In cielo ho tre angeli che mi hanno protetta, due dei quali hanno lo stesso nome dell’angelo terreno che mi ha salvata: MICHELE.

Grazie….dal profondo del cuore…”

Con affetto Mirella D.M.

 

I commenti sono chiusi.