Morìa di tartarughe di mare nel Reggino, il centro recupero di Brancaleone spiega cosa fare

Diversi esemplari trovati spiaggiati in questo periodo

 

 

 

“Assolutamente non toccare la carcassa dell’animale (i rischi di carattere igienico-sanitari sono altissimi), allontanare bambini e curiosi e segnalare il ritrovamento alla Guardia Costiera al numero 1530 che, insieme all’Asl e al Comune di competenza si recherà sul posto e provvederà alla rimozione della carcassa.
Laddove invece la tartaruga dovesse essere ancora viva, «bisogna essere il più tempestivi possibile» e contattare l’associazione ai numeri 3283020921 – 3403880716.”

 

 

Fonte e articolo completo: Corriere della Calabria