Rende, fino a settembre vietato uso improprio di acqua potabile dalle 8 alle 21

Con un’ordinanza sindacale il comune di Rende vieta l’utilizzo dell’acqua potabile dalle 8 alle 21 per usi impropri o comunque diversi da quelli potabili e industriali

 

 

 

“Ai trasgressori saranno applicate le sanzioni pecuniarie che vanno da 25 a 500 euro.

Il Comune di Rende raccomanda ai cittadini di verificare il corretto funzionamento dei propri impianti idrici, ad usare dispositivi per il risparmio idrico, a preferire per l’igiene personale la doccia in alternativa alla vasca da bagno nonchè ad evitare lo scorrimento dell’acqua per il lavaggio dei denti, la barba o la doccia.”

 

Fonte e articolo completo: Qui Cosenza

 

I commenti sono chiusi.