“Shock in Calabria: a scuola un gioco che mette i bambini in contatto con un demone”

“Che cos’è la Charlie Charlie Challenge?”

Sedute spiritiche’ in una scuola a Reggio Calabria, scoppia il caso ‘Charlie Charlie Challenge’: ecco la sfida che mette i bambini a contatto con un demone.

 

 

“Negli ultimi giorni una singolare notizia ha destato la curiosità di diversi media online e televisivi. A Reggio Calabria è emersa una particolare storia riguardante delle ‘sedute spiritiche’ praticate all’interno di una scuola elementare (per approfondire clicca QUI).

Le maestre hanno subito denunciato il fatto e la preside ha convocato un incontro con un sacederdote che ha messo tutti in guardia dalla: “Charlie Charlie Challenge”.

Ma cosa sarebbe di preciso? Il nome forse non vi è nuovo e in effetti avete ragione. Il suddetto gioco di Charlie, o sfida se ci atteniamo alla traduzione di ‘challenge’ dall’inglese, è una moda che era scoppiata già qualche anno fa tra i ragazzini di tutto il mondo, diffusasi tramite i social e YouTube.

La challenge consiste nel prendere un foglio di carta, dividerlo in quattro riquadri sui quali verranno scritti “si” e “no” in maniera alternata e posizionarci sopra due matite a forma di croce. Una volta sistemato l’occorrente, pronunciando la frase “Charlie Charlie possiamo giocare?“, si deve evocare lo spirito di Charlie, un bambino che, a quanto si dice, si è tolto la vita a soli 10 anni. Il demone allora si manifesterà spostando la matita verso uno dei riquadri con la scritta e risponderà alle domande fatte dai partecipanti.”

 

Fonte ed approfondimenti qui: SportFair