“Due mesi senza te” – Lettera a Tina Adamo

Riceviamo le parole della cugina di Santina Adamo, la giovane mamma venuta a mancare all’ospedale di Cetraro durante il parto:

 

 

Sono passati due mesi dalla tua dipartita.

Due mesi senza il tuo splendido sorriso, due mesi senza il candore candido della tua anima, due mesi senza le sfumature rosee del tuo viso, due mesi senza l’eleganza dei tuoi gesti nobili e imparagonabili.

Ci resta molta rabbia di fronte all’arresa umana della morte che vince sulla vita, che spazza ogni abitudine quotidiana, che toglie la possibilità dei momenti felici futuri, che sovrasta i nostri esseri simili a granelli di sabbia che si disperdono con un misero alito di vento. Che ci rende minisculi, insignificanti, persi in un universo troppo grande per l’umana stirpe. Una vita spezzata che ha la conseguenza nefasta di spezzarne dentro altre centinaia.

Cosa ci resta? Ci restano quei marmorei ricordi che nessuno potrà mai cancellare, ricordi che ognuno cela nel suo cuore e che custodisce gelosamente, ogni persona che ti ha incontrata può avere un pezzetto di te attraverso queste memorie, un piccolo sorriso che hai regalato può essere un barlume di luce in questo cielo oscuro dove ogni anima danza al ritmo di una melodia non udibile, diretta da un maestro cieco che non può vedere che a volte una di quelle anime smette di danzare.

Brucia volta celeste, brucia terra spietata, le stelle cadino su queste aridi deserti dove non cresce più nulla nonostante le lacrime trasudate dai nostri occhi. Immensa, candida, accecante Tina.

(Deborah)

 

I commenti sono chiusi.