La Calabria alzi la testa: anche gli animali hanno diritto alla dignità

Riceviamo il seguente comunicato

 

 

 

“Ogni giorno la Regione Calabria “sforna” centinaia di cani randagi.

Si tratta di un fenomeno che non attesta nessun arresto.

Nessun intervento concreto si è mai registrato anzi esso, da decenni, è sempre più trascurato dagli Organi preposti.

I soli a fronteggiare questa mancanza di “interesse” sono i volontari i quali con sacrifici personali dedicano parte della loro vita per aiutare queste “anime” in pena.

Questa è la tragica realtà.

Corse contro il tempo come quella che Mariella Mele e Domenico Campo del Movimento Nazionale “Stop Animal Crimes Italia” hanno sostenuto lo scorso 4 gennaio precisamente a Corigliano (zona Turio) per tentare di salvare 4 cuccioli avvelenati.

Il Presidente Paolo Tierri dell’Associazione “ANPANA” preso atto dell’assenza decennale di una serie di politiche sul controllo del randagismo da parte delle Istituzioni e degli Enti Animalisti il giorno 15 Gennaio alle ore 16.00 presso l’hotel “Ferramonti” (Tarsia) si incontrerà con alcuni volontari della provincia di Cosenza per discutere e lanciare un piano d’intervento innovativo e diretto nel quale si cerca di coinvolgere i Sindaci delle varie Regioni.

L’auspicio tanto agognato è quello che si possa instaurare una collaborazione per risolvere tale drammatica situazione, indiscutibilmente, abbandonata dalla Regione e da norme anacronistiche e inefficienti.

Problematica resa ancora più preoccupante a causa dalla negligente condotta non collaborativa di taluni dirigenti ASP.

Una volta per tutte, afferma il Presidente Paolo Tierri, «Si deve porre fine a questo fenomeno sociale che non solo si presenta ed attesta a carico delle tasche dei cittadini calabresi ma soprattutto segna la reputazione di un popolo che deve ritrovare l’orgoglio!!!».

Un “Orgoglio” che deve essere annoverato da una presa di coscienza umana in quanto l’umanità deve capire che anche gli Animali hanno diritto a vivere una Vita Dignitosa!!!”

 

Lia Calabria