Lettere 2.0: “Da domani 25 persone resteranno a casa. Dov’è la politica adesso?”

Riceviamo lo sfogo della nostra lettrice:

 

 

 

Spett. le redazione Cosenza 2.0

Mi permetto di scriverLe, in quanto leggendo i suoi articoli si evince la sua professionalità ed imparzialità, sperando che il mio scritto possa far capire la realtà e non la telenovela che da quasi un anno viviamo

In questi giorni per televisione vedo solo le passerelle di politici, tutti a dire, tutti pronti a risolvere  tutti a proclamarsi paladini del popolo. Ma la realtà vera nessuna la racconta, nessuno ne parla,il COVID è un mostro silente che ha tolto la liberta, la salute, lo stipendio, la vita..in questi mesi invece di cercare di fare qualcosa di vero si è pensato ai bonus, …in un momento di pandemia globale l’importante era il bonus vacanza.

Si passa dal rosso al giallo, al verde senza una riflessione, per questo io sto con i ristoratori, sto con chi lotta per rimanere a galla…ma in questo momento molte categorie vengono dimenticate, categorie che non hanno diritto ai ristori, categorie che continuano a lavorare per garantire i prodotti freschi, la luce, internet, pulizia, sanificazione, categorie dimenticate… categorie che non si sono fermate, anche se molte volte hanno dormito in strada in macchina, senza potersi ristorare..

A capo di queste categorie ci sono persone che lottano con la burocrazia, come è successo a me in questi giorni. Dai primi di Dicembre ho chiesto il DURC (=semplice pezzo di carta che attesta la regolarità contributiva…semplice pezzo di carta che ti permette di percepire pagamenti di fatture, fatture molte volte a 120gg). L’inps ente primario nel rilascio del durc, non ritiene opportuno rispondere, solo dopo molte chiamate, pec, rispondono l’11 gennaio, dicendo che il codice tributo usato “Iva” per compensazioni andava rivisto.

Bene il codice usato non era l’Iva ma bensì il codice tributo per i fitti passivi!!!! Codice autorizzato dal ministro del consiglio. Dopo aver spiegato questo hanno chiesto il secondo foglio dell’agenzia delle entrate. A nulla sono valse le preghiere, i pianti, l’ implorazioni…

Mi chiedo se un codice viene autorizzato dal capo del governo, perché l’ente Inps non ne prende atto ed emette il durc? Durc diventato mezzo di ricatto…

Ora vorrei capire, da domani 25 persone sono a casa , perché non avendo il durc non hai diritto ad essere pagato, non avendo il durc perdi i contratti, a chi interessa? Dov’è la politica?

Preciso che una parte era compensata, una parte pagata, soldi arrivati nelle tasche dello stato. Preciso che non ho avuto ristori, preciso che non ci siamo mai fermati, preciso che i miei collaboratori hanno percepito stipendi, 13°…

Per tutti quelli che postano le foto di Conte…di altri politici, mi fate capire come vivete? La gente che produce, le piccole aziende, sono alla fame, combattiamo contro i mostri ogni giorno.. non solo COVID… I nostri mostri hanno molti nomi: INPS-INAIL- MAFIA… eppure siamo in prima fila per garantirvi servizi che sono invisibili ma primari…

Nessuno parla in televisione di problemi veri… Molti dipendenti pubblici lavorano da casa, al caldo, con il caffè più pubblicizzato sulla scrivania, nella tazza più griffata, lo stipendio che cresce ogni 27, ma se li chiami rispondono con arroganza, cattiveria, facendoti capire che loro sono il potere…

QUESTA E’ LA VERA ITALIA… non giudicate chi scende in piazza, non giudicate chi vi implora per non licenziare..non giudicate chi non ha il reddito di cittadinanza..non giudicate chi tutte le mattine va a lavorare con la paura nel cuore, chi pur di non licenziare si preclude la gioia di cenare con un genitore ormai anziano…

No la politica non esiste…il mio voto non conta.

Lettera firmata – (“Non voglio pubblicità, pago ancora per l’altra volta, voglio solo che molti come me non pensano che l’unica soluzione è una pistola alla testa“)