Lettere 2.0: “Mezzi affollati ma la colpa è delle scuole di danza e palestre…?”

Riceviamo lo sfogo di un nostro lettore

 

 

 

“La Federazione Italiana Danza Sportiva conta oltre 100 mila iscritti (fra atleti, tecnici, dirigenti e sostenitori), più di 2000 Associazioni Sportive Affiliate.

Tra questi ci sono migliaia di ballerini agonisti che gareggiano a livello nazionale ed internazionale e che non riescono ad allenarsi in coppia (anche se congiunti) perché l’ultimo Dpcm lo vieta.

Perché il distanziamento in altri luoghi non viene controllato? perché addossare ogni colpa allo Sport?

Il movimento sportivo sta ripartendo a rallentatore dopo 7 mesi di fermo.

Tutte le associazioni hanno riaperto sanificando gli ambienti (dove non vi era obbligo) e sin da subito hanno applicato il protocollo sicurezza per gli allenamenti prodotto dalla Task Force della Fids seguendo ogni variazione che veniva comunicata.

Non c’è stato un solo focolaio di contagio al Covid 19 scoppiato in una associazione sportiva riconducibile alla Fids.

Applichiamo e rispettiamo da sempre le regole come lo sport ci ha insegnato.

Questo è lo sfogo di tanti tecnici fids calabresi, di tanti maestri di scuole di danza, di tanti titolari di palestre che ormai non riescono più ad uscire fuori da una situazione strana ed incoerente.”

 

Romeo Renne  (Tecnico Federale e Giudice della Federazione Italiana Danza Sportiva)