Nuova Apertura: E’ nata nel cosentino “La Pizzotteria”

Riceviamo segnalazione di questa nuova attività nel nostro territorio:

 

 

Ha inaugurato settimana scorsa a Rovito la Pizzeria “La Pizzotteria”.

Il giovane titolare e pizzaiolo Antonio Porco, 27enne nato a Cosenza, ha deciso di aprire la sua personale attività dopo sette anni di esperienza nelle pizzerie cosentine.

Ne abbiamo parlato con la mamma Sabrina:

La passione per la pizza l’ha ereditata da me. Io per mantenere la famiglia qualche anno fa mi trovai a lavorare alla pizzeria Macumba in Via Caloprese a Cosenza, con il grande Angelo Intrieri.

Appena mio figlio si diplomò decise di lavorare in una pizzeria. La scelta non fu dettata solo dalla passione ma anche dalla necessità di mantenersi.

Dopo sette anni di lavoro nelle pizzerie cosentine ed il corso con Michele Intrieri decide che è il momento di mettersi alla prova. Di coronare un suo sogno…

Ovviamente per me non può che essere una grande gioia questa notizia. A parte l’amore per la pizza, c’è l’amore per mio figlio 🙂

Vedo tutti i giorni nei suoi occhi la passione. Non è stato facile trovare i soldi per l’attrezzatura, non abbiamo avuto nessun finanziamento dalla regione perché ci voleva troppo tempo ed il magazzino era pronto.

Sarà dura, lo sappiamo, ma un ragazzo che vuole fare qualcosa va premiato.

La collocazione a Rovito è stata casuale, una mia collega del posto mi ha indicato il magazzino, ci è piaciuto ed eccoci qua.

Il nome è Pizzotteria perché sforniamo solo pizza e altri prodotti da forno. No ristorante, no fritti, solo una buona pizza e ricchi antipasti.

La scelta del forno a vista è dettata dall’esigenza di interagire con il cliente e capirne i gusti. Forno fabbricato a Salerno interamente a mano.

La pizza non è né napoletana né cosentina, è solo una buona pizza che ha dalle 24 alle 72 ore di lievitazione a seconda dell’umidità e della temperatura esterna.

Vi invitiamo a venire ad assaggiare …e vi aspettiamo a Rovito in Via San Nicola di Bari, 30

 

Queste alcune immagini:

 

 

In bocca al lupo Antonio 🙂 

 

I commenti sono chiusi.