Lettere 2.0: “Non è colpa nostra se a Cosenza non si raccoglie la spazzatura”

Riceviamo dal nostro lettore Diego:

 

 

 

Ogni giorno noi tute gialle ci ritroviamo a dover spiegare che il disagio che si vive per strada con i cumuli di spazzatura ormai dappertutto non è causato nè da noi dipendenti e nè dall’azienda.

Anzi, noi siamo 2 volte colpiti da questa emergenza: prima come cittadini e poi come operai…

Dio solo sà i topi che ci saltano addosso quando poi ci toccherà ripulire questo scempio!

Ma mo basta però… Perché come ho sempre sostenuto, se fossimo noi la causa dell’accumulo dei rifiuti per un eventuale sciopero dovuto a ritardo di pagamenti o per salvaguardare qualche altro tipo di diritto violato, saremmo subito minacciati di denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Oggi che invece le responsabilità sono imputabili a ben altre “sfere”, l’emergenza sanitaria non la denuncia nessuno e il disagio non lo paga nessuno in termini di legge!

A solita fricatura ca gira gira u citrulu finiscia sempi “là” aru povariaddru.

 

(Diego)

 

I commenti sono chiusi.