Lettere 2.0: “Secondo la Santelli al Nord sono ‘piagnoni’ e parlano male del Sud? Non è affatto vero…”

Riceviamo dalla nostra lettrice una replica alle parole della Santelli dopo le lamentele (anche) di Zaia sul discusso video promozionale di Klaus Davi

 

 

Rispondo al commento della governatrice Santelli, non è vero che al nord si parla male del sud a parte qualche imbecille, ma quelli sono dappertutto. Anzi, vi dirò, e parlo per la mia martoriata Bergamo, che amano la Calabria e soprattutto il cibo… e non sono di sicuro piagnoni se vengono criticati.

Però c’è anche da dire che se io e i miei figli fossimo rimasti in Calabria non so che fine avremmo fatto…

Io da sola senza conoscere nessuno a 40 anni, con 2 figli di 17 e 10 anni, sono dovuta scappare perché le istituzioni, la gente e anche i parenti mi avevano completamente abbandonata.

Bergamo e i bergamaschi mi hanno ridato la voglia e la forza di andare avanti e qui le istituzioni son riuscite a fare giustizia.

Oggi, che son passati 13 anni, ancora mi chiedo perché? Perché nessuno mi ha mai ascoltato né mi sia stata vicino. Questa è una differenza che veramente si nota. I miei figli oggi sono felici, realizzati e uno mi ha reso anche nonna. Ma tutto questo non poteva succedere anche in Calabria? E perché c’è una diversità istituzionale e legale pur essendo sempre in Italia?

(Lettera firmata)