Covid – Il medico cosentino che per otto giorni non ha dormito per scampare alla morte

La drammatica testimonianza del medico Antonello Scalzo contagiato dal virus a Cosenza. È componente della task-force anticovid

 

 

“«È stata una prova terrificante. Pensavo di essere destinato alla morte: per otto giorni sono rimasto con un filo di aria, attaccato alla vita, sotto quel casco che m’inondava d’ossigeno. Capivo da medico che non ce l’avrei fatta… Non ho mai dormito per continuare a respirare: mai! Neppure un minuto.»”

Fonte ed articolo completo qui: Gazzetta del Sud